Yealy come Zangrillo: Covid-19 sta perdendo forza anche in USA

Il medico americano conferma che gli effetti del virus sono sempre più blandi

Yealy come Zangrillo: Covid-19 sta perdendo forza anche in USA

Dagli Stati Uniti arriva la conferma indiretta agli studi fatti al San Raffaele e riportati qualche giorno fa dal Corriere della Sera, dopo che le dichiarazioni di Zangrillo avevano creato mille polemiche nell’opinione pubblica. Ed invece il Dottor Donald Yealy dell’UMPC, numeri alla mano, sottolinea come tanto stia cambiando nella virulenza del Covid-19, così come riportato dalla stampa americana.

Sempre meno persone stanno dimostrando positività a COVID-19 e coloro che risultano positivi non sembrano ammalarsi con la stessa gravità di prima. Tutti i segni che abbiamo a disposizione in questo momento mostrano che questo virus è meno diffuso di quanto non fosse settimane fa”, ha dichiarato il dott. Donald Yealy, presidente della medicina d’urgenza dell’UPMC.

Così come Zangrillo in Italia, Yealy ha detto che il tasso di mortalità per le persone infette dal nuovo Coronavirus può essere dello 0,25%, molto inferiore ai tassi di mortalità del 2-4% o addirittura più elevati citati nei primi giorni della pandemia. Il dottor Donald Yealy lo ha basato in parte su studi sui livelli di anticorpi Coronavirus rilevati nelle persone a New York e in California, e in parte sui decessi COVID-19 nella regione di Pittsburgh. Gli studi hanno scoperto che il 5-20% delle persone era stato esposto al Coronavirus, con molti che notavano solo una lieve malattia o nessuna. La percentuale di persone con COVID-19 che si ammala così tanto da aver bisogno di un ventilatore respiratorio è diminuita, secondo Yealy.

“Consideriamo tutto ciò come prova che i casi COVID-19 sono meno gravi rispetto a quando tutto è iniziato per la prima volta”, ha affermato. Yealy ha ribadito che tali osservazioni si applicano alla Pennsylvania occidentale e centrale insieme alle comunità di New York e Maryland servite dall’UPMC. 

“Il rischio di incorrere in un incidente d’auto se si va avanti e indietro attraverso le strade della Pennsylvania è maggiore del rischio di essere positivi per l’infezione asintomatica da COVID-19”, ha detto. “Questo dovrebbe dare la certezza che il rischio di contrarre COVID-19 … da qualcuno che non sa nemmeno di avere l’infezione, nelle nostre comunità, è molto piccolo.”

Yealy ha detto che non sa esattamente perché la prevalenza e la gravità di COVID-19 sembrano essere diminuite. Ha detto che probabilmente riflette un’interazione di fattori tra cui il tempo, possibili cambiamenti genetici nel virus, distanziamento sociale e migliori decisioni e trattamenti medici.

A Yealy è stato chiesto se le persone dovessero preoccuparsi di COVID-19 più dell’influenza normale. Ha detto che le persone dovrebbero essere “preoccupate in modo diverso”, sottolineando che entrambi danno il maggior peso agli anziani, in particolare ai residenti nelle case di cura, e alle persone indebolite da altre condizioni mediche.

Altre storie
Borse: Sono i robot ad acquistare i titoli ed a far crescere il mercato