Per Bezos è possibile diventare bravi in qualunque campo: se sai riconoscere il livello che devi raggiungere e se sai stimare accuratamente quanto tempo ci vorrà per raggiungere quel livello.
Jeff Bezos

Ventitré lezioni con Jeff Bezos. Ecco la prima.

Ventitré lezioni con Jeff Bezos. Ecco la prima.

Secondo quanto riportato su Wikipedia…

Jeffrey Preston Bezos nasce ad Albuquerque… Jeff frequenta la scuola elementare di Houston mostrando già un certo interesse per la tecnologia: una volta installa un allarme elettrico per tenere lontani i fratelli più piccoli dalla sua stanza.  Bezos si laurea presso l’Università di Princeton in Ingegneria Elettronica. Lavora a Wall Street, nel settore informatico, quindi alla costruzione di una rete per il commercio internazionale, quindi alla Bankers Trust  prima di  finire in una società finanziaria.

Nel 1994 Bezos lascia il suo lavoro da 223.000 $ annui per fondare nel garage di casa sua, a Seattle, Cadabra.com. Prevede di non fare profitti per i primi 4-5 anni. L’azienda, subito ribattezzata Amazon.com dal nome del Rio delle Amazzoni, incomincia come libreria online, offrendo una scelta di titoli maggiore rispetto a qualsiasi altro grande negozio di libri o di ditta specializzata nella vendita per corrispondenza.  In pochi anni amplia il catalogo. Oltre i libri, vende dvd, videogiochi, macchine fotografiche, elettrodomestici. Allargherà negli anni la sua offerta fino ad avere nel 2018 un catalogo di oltre 500 milioni di articoli distinti, in vendita sulle 13 piattaforme attive nel mondo.

Da CBInsight…

Dalla fondazione di Amazon nel 1994, Jeff Bezos ha gestito la sua azienda secondo una serie di principi fondamentali non convenzionali: non preoccuparti per i concorrenti, non preoccuparti di fare soldi per gli azionisti e non preoccuparti per il breve termine. Concentrati sui clienti e tutto il resto andrà a posto.

Bezos ha infranto tutte le regole quando ha costruito Amazon. In tal modo, si è ritagliato un modo unico di guardare al mondo, alle aziende e alla tecnologia in generale. E da nessuna parte la filosofia aziendale, tecnologica e di leadership di Bezos è meglio articolata che nelle sue lettere annuali agli azionisti, che ha scritto ogni anno dal 1997.

Leggere le lettere agli azionisti di Bezos significa seguire un corso accelerato sulla gestione di un’attività Internet in forte crescita: Lui è un maestro che ha padroneggiato quel mondo prima che fosse scritto qualunque manuale che ne sottolineasse le caratteristiche.

Le prima lezione:

Creare standard elevati nella cultura aziendale

“Come si fa a stare al passo con le crescenti aspettative dei clienti? Non esiste un unico modo per farlo: è una combinazione di molti fattori. Ma gli standard elevati ne sono certamente una parte importante”.

Le grandi aziende, come Amazon, si basano su standard elevati. Bezos sostiene che gli standard elevati non siano intrinseci a certe persone, gli standard elevati possono essere insegnati praticamente in qualsiasi dominio. E se un’azienda vuole rimanere competitiva, deve insegnare standard elevati. Man mano che cresci, devi fare uno sforzo non solo per migliorare i tuoi standard, ma per costruire un’organizzazione in grado di sviluppare e reclutare nuove persone con standard elevati.

Oggi, quando le persone fanno acquisti, possono leggere le recensioni degli articoli, confrontare i prezzi nei negozi e cercare i prodotti dai loro dispositivi mobili con una facilità senza precedenti. Il cliente ha più potere che mai e, come rivenditore, ciò significa che non sei mai al sicuro dalla concorrenza. Le grandi aziende come Amazon sono particolarmente a rischio in questo tipo di ambiente. Hanno bisogno di anticipare tecnologicamente la concorrenza di start-up più agili e questo non è semplice.

Soluzione

Per rimanere competitive, le aziende devono garantire che gli standard interni non ristagnino, ma aumentino costantemente insieme alle aspettative del cliente.

Che si tratti di creare un prodotto eccezionale o di rispondere perfettamente a una domanda del cliente, un prerequisito fondamentale per standard elevati è capire quanto sarà difficile raggiungere la grandezza.

Per Bezos è possibile diventare bravi praticamente in qualunque campo: se sai riconoscere il livello che devi raggiungere e se sai stimare accuratamente quanto tempo ci vorrà per raggiungere quel livello.

Altro aspetto determinante, secondo Bezos, è il saper riconoscere o avere la capacità di capire la differenza tra cattivo, buono e ottimo.

Se hai leader che possono aiutare le persone dei loro team sia a riconoscere la qualità che a comprendere l’ambito in cui si muovono, conclude Bezos, finirai per costruire prodotti e servizi migliori per i tuoi clienti e ad avere successo indiscusso nel tuo campo.

Tags
Mostra di più

Leopoldo Gasbarro

Direttore di Wall Street Italia e del network finanziario del Gruppo Triboo. Collaboro con Il Giornale per il quale curo la rubrica "Mercati che Fare". Scrittore? Mi diverto a raccontare storie importanti, come quella di Ennio Doris presidente di Banca Mediolanum in "C'è anche Domani" edito da Sperling e di Niko Romito lo chef italiano più emergente (Sperling) in "Apparentemente Semplice". Il mi libro "Rischio Banche" (Sperling) analizza il momento difficile vissuto dal sistema bancario italiano cercando di rendere più edotti i cittadini sui nuovi comportamenti da detenere nella gestione del rapporto con gli istituti di credito. Ho scritto dodici libri, l'ultimo "il Tempo della Verità", edizioni Sperling, è uscito il 25 febbraio scorso.

Lascia un commento

Back to top button
Close
Close