Tech

La tecnologia accresce la sicurezza scolastica

Il rapporto di CB-Insight ci racconta tutte le novità

La tecnologia accresce la sicurezza scolastica

Il report di CBINSIGHT ci racconta quanta tecnologia c’è già per tutelare i ragazzi nelle scuole americane (perchè no anche in quelle italiane?), una tecnologia che può cambiare il volto della scuola anche quando, tra qualche tempo, di Covid_19 parleremo solo al passato.

Dalle “capsule didattiche” di gruppo alle aule miste di persona e virtuali, molte nuove idee stanno guadagnando terreno per mantenere la scuola sicura per studenti, insegnanti e comunità.

scuola tech

 

 

Per la tutela della sicurezza, molte scuole stanno già optando per soluzioni low-tech e a basso costo come classi di dimensioni inferiori, aule all’aperto, separatori in plexiglass tra gli studenti e allontanamento sociale obbligatorio.

Alcuni sistemi scolastici stanno facendo un ulteriore passo avanti e stanno implementando nuove tecnologie che mirano a garantire un ambiente sicuro in classe.

AUTOBUS: IGIENE UV

Secondo l’ American School Bus Council, in un anno tipico, gli scuolabus trasportano più di 25 milioni di bambini da e verso la scuola .

I posti ravvicinati sugli scuolabus, insieme alla loro scarsa ventilazione, li rendono un luogo privilegiato per la diffusione del virus. Inoltre, i produttori di autobus raccomandano di usare solo acqua e sapone delicato per pulire gli autobus – in genere non abbastanza forte da uccidere efficacemente il virus Covid-19 – poiché detergenti più forti come la candeggina potrebbero danneggiare gli studenti sull’autobus e potrebbero deteriorare i materiali utilizzati nei sedili .

Sebbene esistano alcune soluzioni di pulizia che riducono il rischio di infezione da Covid-19 e sono sicure per l’uso all’interno degli scuolabus, un’altra soluzione potrebbe essere l’uso di sistemi di igienizzazione UV, che utilizzano la luce UV per disinfettare gli spazi.

L’autorità di transito di New York City utilizza sistemi di luce UV simili per disinfettare i vagoni della metropolitana e gli studi hanno dimostrato che la tecnica è altamente efficace su alcune superfici come ringhiere, finestre, pulsanti e sedili rigidi, secondo l’ American Public Transport Association .

NJ Transit sta anche sperimentando l’uso di servizi igienici continui a luce UV all’interno dei suoi autobus. Questi dispositivi igienico-sanitari a luce UV, sebbene costosi, possono essere efficaci se utilizzati sui veicoli di trasporto scolastico.

INGRESSO: SCANSIONE DELLA FEBBRE E MONITORAGGIO CONTINUO DELLE MASCHERINE

Alcuni distretti scolastici pubblici utilizzano già il riconoscimento facciale e altri dati biometrici come misure di sicurezza agli ingressi degli edifici scolastici. Tuttavia, queste tecnologie possono essere riutilizzate per scansionare gli studenti nei punti di ingresso alla ricerca di possibili infezioni e impedire l’ingresso di coloro che sono potenzialmente malati.

Ad esempio, la società di riconoscimento facciale PopID utilizza la sua tecnologia per rendere convenienti i pagamenti e le presenze per gli studenti. Le sue telecamere anti-febbre sono già utilizzate nei ristoranti di tutti gli Stati Uniti e probabilmente verranno utilizzate negli istituti scolastici man mano che si apriranno gradualmente. Allo stesso modo, la società di intelligenza artificiale Remark Holdings ha uno scanner della temperatura corporea che rileva la febbre e, secondo quanto riferito, è distribuito in una scuola privata di Las Vegas e in oltre 100 scuole in Cina.

Sebbene le scansioni della temperatura all’ingresso siano un modo per rilevare una potenziale infezione, il rilevamento della febbre potrebbe non essere il modo più efficace per identificare qualcuno con il virus. Infatti, in uno studio, il 74% dei pazienti positivi al Covid-19 non aveva la febbre .

Pertanto, alcune scuole stanno sperimentando un monitoraggio continuo per prevenire un’epidemia.

Il BioButton , sviluppato da BioIntelliSense, è un dispositivo indossabile usa e getta delle dimensioni di una moneta che monitora continuamente i segni vitali di un utente come la temperatura, la frequenza respiratoria e la frequenza cardiaca, fornendo un “OK” o ” stato “NON OK” per ogni utente prima di andare a scuola o al lavoro ogni mattina.

CLASSE: TECNOLOGIA DI CLASSE REMOTA, LEZIONI COINVOLGENTI DI AR / VR E LIBRI DI TESTO DIGITALI

L’aula è potenzialmente l’area più impegnativa per contenere la diffusione del coronavirus, in quanto studenti e docenti trascorrono la giornata a stretto contatto in uno spazio chiuso. Alcune scuole stanno cercando tecnologia di apprendimento ibrida, TRA PRESENZE E COLLEGAMENTI e libri di testo digitali per contenere la diffusione.

Tecnologia di classe remota 

Molti sistemi scolastici stanno cercando soluzioni ibride per l’apprendimento quest’anno, in cui parte della settimana o della giornata scolastica viene completata online mentre parte è completata a scuola. Affinché questo funzioni, i sistemi di apprendimento online delle scuole devono consentire una perfetta integrazione della scuola di persona, per assicurarsi che gli studenti non rimangano indietro quando sono online.

I sistemi di gestione dell’apprendimento (LMS) aiutano gli insegnanti a fornire lezioni online, condividere materiali di lettura e compiti.

Queste piattaforme possono semplificare gran parte del lavoro per gli insegnanti centralizzando una serie di funzionalità su un’unica piattaforma, inclusi gli strumenti necessari per gestire un’aula virtuale, ibrida o di persona, oltre a fornire assistenza per monitorare i progressi degli studenti e connettersi con i genitori.

Aziende più grandi come Google e startup più piccole come Nearpod , aiutano gli insegnanti a creare lezioni attraverso quiz pop e viaggi sul campo di realtà virtuale.

Libri di testo digitali

Eliminando la necessità di condividere libri e materiali fisici , il contenuto digitalizzato potrebbe diventare più comune, soprattutto se rende anche il contenuto più coinvolgente.

Ad esempio, BibliU aiuta le biblioteche e le università a creare le loro raccolte di e-book con funzionalità digitali come la sintesi vocale e il tagging. Allo stesso modo, Kognity si concentra sulla creazione di e-book interattivi per programmi scolastici specifici.

CORRIDOIO: DISTANZA SOCIALE E MONITORAGGIO DELL’ADERENZA ALLA MASCHERA

I sistemi scolastici che possono permettersi di acquistare o riutilizzare la tecnologia di monitoraggio scolastica esistente stanno rivolgendo la loro attenzione ai corridoi scolastici affollati per prevenire la diffusione del Covid-19.

Valutando il flusso di studenti nel corso della giornata, le scuole possono ottenere informazioni su come prevenire al meglio il sovraffollamento o su come programmare le lezioni per prevenire violazioni delle distanze sociali.

Actuate , ad esempio, utilizza l’analisi video basata sull’intelligenza artificiale per assicurarsi che le persone stiano a 1,8 metri di distanza o per confermare che indossano maschere facciali. Sebbene la società offra questa tecnologia ai clienti aziendali , secondo quanto riferito ha circa 1.000 scuole interessate al prodotto.

BAGNO: BAGNI NO-TOUCH E FUNZIONI AUTOPULENTI 

Dai sedili del water per l’erogazione del sapone alle stazioni di lavaggio delle mani, il bagno della scuola è un luogo che può aiutare a prevenire o aiutare a diffondere il coronavirus.

Ogni sciacquone può diffondere germi fino a 6 piedi. Per i bagni delle scuole affollati senza pareti divisorie tra ogni bagno, un’opzione è contrassegnare ogni altro box per garantire una distanza adeguata.

Un’altra opzione è della startup Washie , con sede in Idaho , che ha creato un sedile del water che eroga detergente da un sensore, consentendo potenzialmente agli studenti di pulire il sedile prima dell’uso.

Per altre aree ad alto tocco come il lavandino, le funzionalità touchless sono ideali. Dallo scoppio del Covid-19, molti americani preferiscono usare bagni pubblici con funzioni touchless , secondo uno studio di Bradley Corp. Le maniglie autopulenti e le coperture adesive potrebbero anche contribuire a mantenere le scuole il più possibile prive di germi.

Le autorità sanitarie raccomandano il lavaggio frequente delle mani per prevenire la diffusione del Covid-19, ma gli studenti più giovani potrebbero avere difficoltà a lavarsi le mani in modo efficace. La soluzione di PathSpot , che prevede che le persone mettano le mani sotto uno scanner dopo il lavaggio, può rilevare se gli agenti patogeni sono ancora presenti in due secondi.

Sebbene inizialmente progettato per lo spazio della ristorazione, lo scanner può essere utilizzato da stabilimenti di altri settori. L’azienda riferisce che le aziende che utilizzano le sue tecnologie registrano un aumento di 3 volte nel lavaggio delle mani – questo potrebbe applicarsi anche ai bambini, rendendo le stazioni di lavaggio delle mani più efficaci e riducendo il rischio, soprattutto per gli studenti più giovani.

CAFFETTERIA: PRANZI IN CLASSE E CUCINE VOCALI

L’ora di pranzo per gli studenti, dove grandi gruppi sono stipati in piccoli spazi senza maschere, è un potenziale focolaio per la diffusione del virus. Ci sono molte opzioni a bassa tecnologia e relativamente economiche per ridurre questo rischio.

Ad esempio, molti sistemi scolastici statunitensi hanno già discusso i piani per ospitare il pranzo in classe, fornendo agli studenti pasti da asporto all’inizio della giornata. Per altri, l’orario di pranzo scaglionato può aiutare a mitigare il rischio di diffusione senza fare affidamento su una tecnologia nuova o costosa. Scuole in Corea del Sud hanno SEPA R ated studenti con plexiglass scudi come mangiano per prevenire l’ulteriore diffusione nei quarti vicini.

Tuttavia, se alcune scuole decidono di adottare una tecnologia simile a quella degli uffici , le mense a basso contatto o ad attivazione vocale potrebbero guadagnare un po ‘di trazione.

Per le scuole preoccupate per la sicurezza dei prodotti chimici aggressivi intorno al cibo, la startup Sanitizit produce un disinfettante ad asciugatura rapida che è sicuro per le aree di preparazione degli alimenti.

La tecnologia vocale potrebbe anche consentire a insegnanti, amministratori o studenti di utilizzare gli apparecchi senza dover toccare maniglie e pulsanti. Sensory ha sviluppato questo tipo di soluzione con produttori di elettrodomestici come Midea. Dotato del software Sensory, il microonde di Midea può essere aperto e chiesto di riscaldare il cibo a una temperatura specifica per un determinato periodo di tempo con i comandi vocali.

AFTER SCHOOL: TUTOR ONLINE E COMUNICAZIONI SCOLASTICHE DIGITALIZZATE 

Alcune attività post-scolastiche come tutoraggio o extracurriculars si stanno spostando online per ridurre il contatto di persona e alcune aziende stanno lavorando per rendere questo turno più fluido per studenti, genitori e insegnanti.  Tutor online

Diverse piattaforme online forniscono un’istruzione che funge da supplemento all’apprendimento offerto nelle scuole e nelle università. Queste piattaforme e servizi possono anche consentire agli studenti di ottenere ulteriore aiuto o esplorare le aree a cui sono interessati nel loro tempo libero. Ad esempio, Squirrel AI , con sede in Cina,  è una piattaforma di apprendimento adattivo che fornisce tutoraggio personalizzato per studenti K-12. Afferma che il suo “insegnante umano simulato” è 5-10 volte più efficiente dell’istruzione tradizionale.

Vari servizi online possono anche ridurre la necessità di aiuto di persona per i compiti, fornendo spesso opzioni più economiche e flessibili. Ciò include tutor online su richiesta, ad esempio tramite Varsity Tutors , Preply e Easy Tutor .

Comunicazioni digitalizzate 

Per evitare di inviare documenti a casa e offrire connessioni più dinamiche, più insegnanti possono utilizzare dispositivi mobili per interagire con genitori e studenti. Aziende come Remind , Bloomz , ClassTag e ParentSquare offrono piattaforme basate su smartphone per centralizzare e gestire la comunicazione della scuola elementare, comprese funzionalità come avvisi urgenti, informazioni sulla frequenza, moduli di autorizzazione, conversazioni di messaggistica e aggiornamenti generali.

Tags
Mostra di più
Pubblicità

Articoli Correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare
Close
Back to top button
Close
Close