Economia

Vaccini in tempi stretti per tutti e nuovi stimoli all’economia

Dal FMI le indicazioni su come accelerare la ripresa

Vaccini in tempi stretti per tutti e nuovi stimoli all’economia

Una forte cooperazione internazionale sui vaccini COVID-19 potrebbe accelerare la ripresa economica mondiale e aggiungere 9 trilioni di dollari  al reddito globale entro il 2025. La dichiarazione è dell’amministratore delegato del Fondo monetario internazionale Kristalina Georgieva. Parlando in una conferenza stampa dopo una riunione del comitato direttivo del FMI, Georgieva ha anche invitato gli Stati Uniti e la Cina a mantenere un forte stimolo economico che potrebbe aiutare a promuovere una ripresa globale. Ha sottolineato la necessità che i vaccini vengano distribuiti in modo uniforme in tutto il mondo sia nei paesi in via di sviluppo che nelle nazioni ricche, per aumentare la fiducia nei viaggi, negli investimenti, nel commercio e in altre attività.

“Se possiamo fare rapidi progressi ovunque, potremmo accelerare la ripresa. E possiamo aggiungere quasi 9 trilioni di dollari al reddito globale entro il 2025, e questo a sua volta potrebbe aiutare a ridurre il divario di reddito tra le nazioni più ricche e quelle più povere “.

“Abbiamo bisogno di una forte cooperazione internazionale e questo è molto urgente oggi per lo sviluppo e la distribuzione di vaccini”, ha detto.

L’accesso equo e conveniente alle terapie e ai vaccini COVID-19 a livello globale sarà fondamentale per evitare cicatrici di lunga durata sull’economia mondiale, ha affermato nella sua dichiarazione il Comitato monetario e finanziario internazionale dell’FMI.

Georgieva ha anche detto di non avere “dubbi” sul fatto che il Congresso degli Stati Uniti e la Casa Bianca alla fine si sarebbero accordati su un altro pacchetto di spesa, ma era incerta sui tempi. Circa 3 trilioni di dollari di spesa per incentivi statunitensi all’inizio di quest’anno “è stato un importante impulso positivo e vorremmo vedere come sarebbe continuato di nuovo”.

Tags
Mostra di più

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Close
Close