Banca

La fusione tra CaixaBank e Bankia sarà votata a dicembre

Una fusione che innesca un nuovo Risiko bancario

La fusione tra CaixaBank e Bankia sarà votata a dicembre.

Gli azionisti hanno già fissato il giorno specifico del calendario per votare la fusione per creare il primo gruppo finanziario in Spagna. I consigli di amministrazione di CaixaBank e Bankia hanno convocato le rispettive assemblee degli azionisti all’inizio di dicembre, come entrambe le entità hanno riferito alla National Securities Market Commission.

L’integrazione, che darà vita a un colosso con oltre 660.000 milioni di euro di asset, ha già il parere favorevole dell’esperto indipendente. Questa relazione confermerebbe che lo scambio di fusione non danneggia gli interessi né dei grandi né dei piccoli azionisti. Il progetto di integrazione prevede uno scambio di 0,6845 nuove azioni ordinarie di CaixaBank per ogni azione Bankia, il che implica un premio del 20%.

Lo scambio concordato implica che gli azionisti di CaixaBank controlleranno inizialmente il 74,2% del capitale della nuova entità e quelli di Bankia il 25,8%. La partecipazione dello Stato attraverso il Fondo per la ristrutturazione ordinata delle banche (Frob) in Bankia passerà dal 61,8% al 16,1% nell’entità combinata.

Il Frob ha anche incontrato oggi il suo comitato direttivo per emettere la sua raccomandazione di voto al consiglio di amministrazione di Bankia. “Dopo aver studiato il progetto di fusione, il lavoro di diversi esperti e la raccomandazione favorevole di Nomura come advisor del Frob, si è concluso che la fusione migliorerebbe il valore della partecipazione indiretta in Bankia e avrebbe un effetto positivo sulle prospettive di ripresa di aiuti in futuri disinvestimenti “, ha dichiarato il portavoce dell’organismo presieduto da Jaime Ponce, che prevede di fornire maggiori dettagli al riguardo nella sua comparsa al Congresso dei Deputati il ​​27 ottobre. Lo Stato ha iniettato 22.424 milioni di euro per ripulire Bankia. I responsabili di entrambe le banche prevedono di chiudere la fusione legale nel primo trimestre e l’integrazione tecnologica alla fine del 2021. Da questo momento inizieranno ad operare come un’unica entità.

Tags
Mostra di più
Pubblicità

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Close
Close