Covid-19

Covid-19. Verso il vaccino.

Secondo il FT Astra Zeneca sarebbe ad un passo dal vaccino.

Covid-19. Verso il vaccino.

Giorni dopo che i regolatori statunitensi hanno dato il via libera al vaccino AstraZeneca-Oxford per ricominciare i suoi studi negli Stati Uniti, il Financial Times sta riportando nuovi dati che sembrano promettenti, anche se sono ancora piuttosto preliminari.

Lunedì mattina, il FT ha riferito che il vaccino ha prodotto una risposta incoraggiante nei pazienti più anziani, innescando la produzione di anticorpi e proprio nelle persone più fragili.

 

La scoperta che il vaccino sviluppato dall’Università di Oxford, in collaborazione con AstraZeneca, innesca anticorpi protettivi e cellule T nei gruppi di età più avanzata ha incoraggiato i ricercatori a cercare prove che risparmierà quelli in età avanzata da malattie gravi o morte per il virus.

L’età è emersa come il principale fattore di rischio per un grave attacco di Covid-19. Tuttavia, il sistema immunitario si indebolisce con l’età, sollevando la preoccupazione che proprio il gruppo che ha più bisogno della protezione di un vaccino possa generare la risposta meno efficace a uno.

Le persone consapevoli dei risultati dei cosiddetti esami del sangue di immunogenicità effettuati su un sottogruppo di partecipanti più anziani affermano che i risultati fanno eco ai dati pubblicati a luglio che hanno mostrato che il vaccino ha generato “risposte immunitarie robuste” in un gruppo di adulti sani di età compresa tra i 18 ei 55 anni. I risultati precedenti hanno mostrato che il vaccino ha indotto due forme di risposta immunitaria umana – la generazione di anticorpi e cellule T – per almeno 56 giorni, secondo un’analisi pubblicata su The Lancet.

In un’infografica, il FT illustra come il sistema immunitario risponde al virus.

Mentre almeno una fonte ha confermato la rotazione ottimistica dell’azienda sui dati, un’altra ha ammonito che i dati sono difficilmente conclusivi. E per ora, almeno, è impossibile fare una dichiarazione sui tempi di rilascio del vaccino che diano qualche certezza.

I dati del processo di “Fase 3” non sono ancora arrivati ​​e, inoltre, nessuno può dire con certezza come i regolatori britannici potrebbero interpretare i dati una volta che saranno stati comunicati.

Ma gli investitori e il pubblico staranno a guardare, probabilmente con molta intensità considerando che i commenti del presidente Trump su quanto poco sappiamo di immunità virale durante il dibattito presidenziale finale con Joe Biden hanno riportato la questione alla ribalta.

Ciò non ha impedito al sistema sanitario britannico di riporre un grado estremamente elevato di fiducia nel vaccino. Secondo il tabloid britannico The Sun, al personale di un importante ospedale di Londra è stato detto di essere pronto a ricevere i primi lotti del vaccino sviluppato dall’Università di Oxford e da AstraZeneca.

Tags
Mostra di più
Pubblicità

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button
Close
Close