Domenica In Lettere

Lettera a De Luca: Lei non può chiamarci Mammine

Presidente De Luca, lei non può trattarci così, noi e i nostri figli.

Lei non può chiamarci Mammine

Se non l’avete visto ecco il video. Seguitelo e capirete i perché della mia risposta…

 

Presidente De Luca,
ieri ho assistito al suo ennesimo show in diretta Facebook.
Credo che neanche Crozza, in una delle sue migliori parodie su di Lei, avrebbe potuto fare quelle affermazioni, ridicolizzando le mamme e i loro figli e il loro desiderio di rientrare a scuola.
I miei figli non sono certo cresciuti con il latte al plutonio ma, come tanti, con il latte più naturale del mondo. Eppure anche loro talvolta piangono perché preferirebbero stare a scuola e non davanti ad un monitor.
Al di là se condivido o meno la sua scelta di chiudere le scuole, trovo fuori luogo e paradossale che una persona delle istituzioni, che dovrebbe rappresentarci e tutelarci, ironizzi su un tema così delicato.
La bimba dell’intervista a cui fa riferimento non credo, come lei sostiene sempre ironizzando, che sia l’unica bimba al mondo a voler tornare a scuola.
I bimbi desiderano tornare a scuola e non certo perché gli mancano la grammatica e gli endecasillabi che lei sottolinea nel suo show, piuttosto sentono la mancanza della loro maestra, del compagno con cui ridere e condividere la merenda, delle mani sporche di pennarello, del diario imbrattato, degli episodi che accadono in classe e che non vedono l’ora di raccontare a casa, e di tutti quei momenti di confronto e di crescita che la scuola garantisce.
Non siamo certo mamme sconsiderate come lei vorrebbe far apparire che, di fronte ai numeri della pandemia, con gli occhi “ridenti e fuggitivi”, hanno solo l’obiettivo di “parcheggiare” i loro figli a scuola.
Siamo semplicemente mamme, a cui sta sempre a cuore il benessere fisico e psichico dei loro figli.
Lei non può permettersi di dire quello che ha detto.
A marzo qualcuno sorrideva ai suoi spettacoli, ora le assicuro che nessuno ha più voglia di ridere.
Un consiglio, non ci chiami più mammine!!! Così possono chiamarci solo i nostri sconsiderati figli ai quali, per lei inspiegabilmente, manca la scuola. Non può certo chiamarci lei così.
Tags
Mostra di più
Pubblicità

Articoli Correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare
Close
Back to top button
Close
Close